0

Maltrattamenti in asilo nido: arrestata educatrice romana

0
0


Storie di maltrattamenti in un asilo nido comunale. E’ accaduto a Roma, dove un’educatrice è stata arrestata per maltrattamenti aggravati. Coinvolte dall’operazione dei carabinieri del posto, altre due donne, allontanate dall’incarico.

 

Maltrattamenti in un asilo nido romano: la storia

 

Strattonati, schiaffeggiati e forzati a mangiare, così i piccoli alunni di un asilo nido romano venivano trattati ogni giorno dalle educatrici cui venivano affidati.

I piccoli, di età compresa tra i 12 e i 14 mesi, dovevano subire le violente reazioni delle maestre, se solo disobbedivano ai loro ordini. Piovevano allora schiaffi, scossoni e urla e nel momento di esasperazione delle presunte educatrici, venivano assicurati ai passeggini per lunghissimo lasso di tempo, perchè non si muovessero, lasciati in disparte mentre i compagni giocavano.

I militari nel corso della loro indagine, hanno accertato che i piccoli venivano strattonati, afferrati di peso e trascinati per un braccio da una parte all’altra della scuola. Spesso venivano forzati a mangiare o gli veniva tappata la bocca per evitare che vomitassero.

I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia San Pietro, secondo l’ ordinanza disposta dall’ Autorità Giudiziaria, hanno provveduto a procedere con la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di una delle tre maestre, sospendendo le altre due colleghe dall’incarico.

Sono state le intercettazioni ambientali e l’uso di telecamere di monitoraggio, a permettere che gli investigatori facessero luce sul caso. I bimbi dell’asilo nido romano, ormai è accertato, subivano continui maltrattamenti fisici e psicologici.

 

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *