Mamme più appagate delle donne lavoratrici

0
0


Le mamme che rimangono a casa possono essere più soddisfatte rispetto a quelle che continuano a lavorare? Pare proprio di sì, almeno secondo i risultati di una recentissima ricerca.

In particolare, la ricerca ha dimostrato come se il fatto di stare in casa ed occuparsi della famiglia e delle faccende fosse considerato un lavoro, questo sarebbe il tipo di attività a più alto gradimento da parte delle donne (e anche da alcuni uomini).

Il sondaggio è stato condotto dalla LV, un’azienda assicuratrice che ha preso in considerazione un campione formato da 3000 donne e mamme (e anche di papà) che si trovano a non lavorare.

Solo una bassissima percentuale degli intervistati ha definito la propria condizione come non soddisfacente e non sufficientemente in grado di far sentire la persona realizzata, questo soprattutto nel caso in cui l’intervistato non avesse scelto di ritrovarsi senza un lavoro e avesse sempre condotto uno stile di vita molto diverso da quello esclusivamente casalingo.

 

Casa e famiglia fonti di gioia e soddisfazione

 

La percentuale di intervistati con un’attitudine felice, invece, è stata di ben l’87,2 percento, la più alta tra tutte le professioni prese in considerazione. Quella dell’attività casalinga, infatti, è stata una mansione seguita, a livello di soddisfazione, solo da quella dei PR, dei creativi e di coloro che si occupano di attività sportive e del turismo.

La ricerca, quindi, ha dimostrato come coloro che fanno i “casalinghi” si possano definire molto più felici di molti altri lavoratori, nonostante il loro lavoro, virtualmente, non finisca mai e duri molte più ore rispetto a quello svolto da un impiegato o un operaio.

Le uniche pressioni in senso contrario sembrano provenire dalla società, e anche dai Governi, che spingono sempre di più soprattutto le donne a lavorare e a lasciare ad altri l’incombenza della crescita dei propri figli.

Stefania D'Ammicco Giornalista, scrittrice ed insegnante di yoga. Ama gli animali, canta in una rock band e cerca di imparare e scoprire cose nuove ogni giorno, sempre col sorriso sulle labbra.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *