Manuale di sopravvivenza ai saldi: consigli per acquisti sicuri

0
0


I saldi estivi sono ormai iniziati in tutte le regioni d’Italia e soprattutto in periodi come questo bisogna fare attenzione a dove e come si acquista, in modo tale da poter effettivamente risparmiare ed evitare cattive sorprese.

 

Manuale di sopravvivenza ai saldi: vademecum per non sbagliare!

 

Il primo errore da evitare è quello di recarsi nei negozi “ a caso”. Prima di uscire a fare shopping  date sempre uno sguardo al vostro armadio per analizzare ciò di cui realmente avete bisogno. Questo vi permetterà di entrare nei negozi avendo, almeno idealmente, un piano su cosa acquistare: così come non andreste a fare la spesa senza sapere cosa comprare altrettanto bisognerebbe fare con i saldi. Anche se avete poca pazienza, non fermatevi al primo negozio che vi capita a tiro, ma piuttosto fate prima un giro per dare un’occhiata: questo vi permetterà di valutare le offerte ed evitare di comprare qualcosa troppo impulsivamente per poi scoprire che costava meno nel negozio successivo.

Attenzione alle misure! Non acquistate mai una scarpa se non siete sicure che vi stia comoda solo perché è scontata. Idem per un vestito o un qualsiasi altro capo d’abbigliamento. Purtroppo o per fortuna i saldi non modificano la nostra taglia, quindi evitate sempre di arrotondare le taglie per eccesso o per difetto.

Provate SEMPRE tutto. Stesso discorso delle taglie. Non fate “ad occhio” e provate sempre ciò che state per comprare. Se il negozio non lo permette acquistate solo i capi di cui siete sicure al 100% e lasciate stare il resto, anche se il prezzo è scontatissimo e quindi lo comprereste ad occhi chiusi. Tra l’altro, molti negozi non permettono di cambiare la merce in saldo, quindi è sempre meglio provare tutto e vedere se realmente ci piace indosso.

Attenzione “alla moda”. I negozi tendono infatti a mettere in saldo ( spesso a prezzi stracciatissimi – altra cosa da cui diffidare-) quei capi rimasti invenduti perché particolari e meno portabili, quindi non lasciatevi tentare troppo da mode particolari e con la data di scadenza di una stagione. Stesso discorso per colori e decorazioni.

Non lasciatevi tentare da percentuali di sconto troppo alte. Normalmente infatti, le nuove collezioni vanno scontate fino al 30, massimo il 50%. Se vengono applicati sconti dal 60% in su, diffidate subito.  Spesso infatti i prezzi da urlo nascondono capi di magazzino, vecchi e di bassa qualità che il negozio non vede l’ora di togliersi dai piedi.

In ultimo, ma non per importanza: ricordate i vostri diritti. Il commerciante non è tenuto a cambiare la merce in saldo, ma se questa risulta difettosa avete diritto al cambio o al rimborso dell’importo entro due mesi dall’acquisto ( fa fede lo scontrino). Se il negozio rifiuta di cambiare il capo appellandosi ai saldi, non lasciatevi convincere e se necessario, rivolgetevi anche alle forze dell’ordine, soprattutto in presenza di importi di una certa grandezza.

Martina Mattone Ha più di vent’anni, ma meno di trenta. Laureata in Lettere e specializzanda in filologia moderna è appassionata di moda e bellezza. Intollerante al lattosio e al genere umano (anche se a volte cade in tentazione e coglie il lato romantico delle cose). Crede fermamente nella vita e nel fatto che, come successo a Cenerentola, un paio di scarpe possano cambiartela.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *