0

Meditazione, una pratica adatta anche ai bambini

0
0


Meditare sembra essere un’attività sempre più “in voga” in tutto il mondo: in tantissimi la praticano e continuano a moltiplicarsi i corsi, dal vivo ed anche online, dedicati proprio a questo sistema che consente di calmare la mente e agire anche sul corpo in modo positivo.

Non solo gli adulti possono beneficiare della meditazione e dei suoi effetti, ma anche i più piccoli possono avvicinarsi ad essa, sempre in modo graduale.

Proporre la meditazione ad un bambino può non essere impresa semplice, ma se si utilizza il giusto approccio i risultati possono essere davvero strabilianti.

 

Come prima cosa è bene chiarire che l’età è un elemento fondamentale: in generale i più piccoli possono iniziare a meditare a partire dai 5-6 anni. Prima sarebbe davvero difficile indurli a concentrarsi per più di qualche secondo.

 

Inoltre, è importante conoscere dei metodi specifici grazie ai quali “passare” la meditazione ai bambini, e per farlo ci sono diversi modi.

I genitori che già praticano la meditazione potranno attingere alle proprie esperienze e cercare di introdurla ai bambini sapendo anche quali sono le difficoltà che si affrontano quando si inizi a meditare.

Oppure, è anche possibile rivolgersi ad un insegnante che sia in grado di trasmettere la meditazione ai più piccoli.

 

Iniziare da piccoli passi

 

Esistono metodologie differenti con le quali iniziare. Come prima cosa, si può chiedere al bambino di chiudere semplicemente gli occhi e di guardare che cosa c’è quando chiude gli occhi. Si possono davvero avere delle risposte molto sorprendenti!

Un altro sistema è quello dell’utilizzo della candela o di immagini di diverso tipo. Il bambino potrà osservare la fiamma di una candela e si dovrà contare per una trentina di secondi. Poi, chiuderà gli occhi e osserverà che cosa appare nel buio.

 

Infine, quando si abbia il tempo, si può richiedere al bambino di sentire il suo respiro: prima il suono, poi come si gonfia la sua pancia e così via.

Per gradi anche i bimbi più irrequieti impareranno a guardare dentro se stessi in modo genuino.

Stefania D'Ammicco Giornalista, scrittrice ed insegnante di yoga. Ama gli animali, canta in una rock band e cerca di imparare e scoprire cose nuove ogni giorno, sempre col sorriso sulle labbra.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *