0

Michelle Obama definita “una scimmia coi tacchi”: sindaca costretta a dimettersi

0
0


Michelle Obama definita, nel passaggio di consegne presidenziali, “una scimmia con i tacchi”. A scriverlo è stata la direttrice di una no profit locale impegnata nell’assistenza agli anziani. Il caso eclatante è che la definizione della donna sia stata assecondata dalla sindaca della sua città di appartenenza, che a quanto pare ha votato quasi interamente per Donald Trump presidente.

 

 

Michelle Obama e le offese  post presidenziali

 

 

Mentre il mondo intero discute della neoeletta first lady Melania Trump, chiedendosi se sarà all’altezza della sua carica (in riferimento anche a Michelle Obama), sulla moglie di Barack, prossima a lasciare la Casa Bianca, piovono commenti negativi.

Pamela Ramsey Taylor, la direttrice di un centro anziani, ha scritto in merito: “Ci sarà una ventata di aria fresca ora che una first lady di classe, bella e dignitosa tornerà alla Casa Bianca. Sono stanca di vedere una scimmia con i tacchi”. Alle sue parole ha subito commentato in rete, la sindaca Whaling, che pubblicamente ha replicato: “Hai reso grande la mia giornata”. La prima cittadina si è però dovuta pentire del gesto compiuto.

Un componente del consiglio comunale, Jason Hubbard, ha diffuso in un breve commento il fatto, condannando la sindaca e definendo il post “orribile”. La Whaling si è dovuta dimettere ed è stata prontamente sostituita, mentre Hubbard, sottolineando che l’intolleranza razziale non fa parte della sua comunità; si è scusato a nome della città con Michelle Obama e con i cittadini che si sono sentiti offesi da quelle parole discriminatorie.

Michelle è ancora amata e difesa dagli americani. Da first lady ha davvero “coltivato un buon orto”, ha sdoganato le ultime false credenze razziali, rappresentando la black population Usa, con fierezza e competenza. Il ritorno alla Casa Bianca di una donna come Melania Trump, invece è stata occasione ghiotta per l’altra faccia dell’America fatta di bon ton, perbenismi e potere economico.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *