0

Musica per neonati: a casa o al nido, via libera ai concerti per bambini

0
0


Musica in fasce ritenuta educativa. Nei primi mesi di vita di un bambino, ritmo, cantilene, sonagli e strumenti musicali veri o fittizzi come tamburi fatti di pentole e mestoli, rendono i più piccoli capaci di ragionare meglio. E’ per questo che negli asili nido Usa ed ora anche in Europa, ci si attrezza per educare l’orecchio musicale del bebè.

 

 

Musicoterapia al nido, è boom educativo

 

 

Spopolano ormai i concerti per bebè. Ai campi estivi o come eventi pensati a misura di bambino, la musica la fa da padrona. La melodia fa bene; lo conferma perfino una ricerca dell’università di Washington, secondo cui il ritmo incrementa le capacità complessive del cervello, lasciando sviluppare più velocemente il linguaggio nei piccoli.

“La musica ascoltata in fasce è il viatico d’eccellenza per il rendimento futuro”, sostengono gli studiosi. A testarlo sono stati 40 bambini di nove mesi, che hanno preso parte a ripetute sessioni di musica. Una magnetoelettroencefalografia ha poi confermato l’alta stimolazione cerebrale dei bambini. Le lezioni hanno migliorato la struttura temporale del cervello nel processare il linguaggio, inducendo maggiormente i baby pazienti al senso di scoperta.

Andrea Apostoli, musicista e Presidente dell’associazione italiana Gordon per l’apprendimento musicale, asserisce: “Le iscrizioni dei bambini ai corsi ‘musica in fasce’, svolti negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia della penisola, non hanno risentito affatto della crisi economica e i corsi sono sempre affollati. Durante i corsi di musica per bebè gli insegnati comunicano attraverso melodie e, come reazione, i bebè emettono suoni musicali spontanei e anche intonati; ci si rivolge al piccolo cantando e guardandolo negli occhi, come fosse il racconto di una favola. In realtà non sono corsi di insegnamento della musica ma gli stessi insegnanti diventano musica”.

La musica aiuta i bambini a stimolare l’affettività, per questo anche in casa le mamme possono educare i loro piccoli con attrezzi rudimentali ‘fai da te ’ come pentole, mestoli, flauti fatti di cannucce legate con il nastro adesivo, cavigliere con campanelli. Le mura domestiche si riempiranno di ritmo e improvvisazione, e il vostro piccolo costruirà equilibri espressivi.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *