0

Neonati “testoni”, da grandi renderanno di più nello studio

0
0


Nascono con la testa grande, ma sono più intelligenti. I cosìdetti “testoni”, a quanto pare, da adulti daranno maggiori risultati negli studi. A stabilirlo è una ricerca dell’università di Edimburgo, pubblicata sulla rivista Molecular Psychiatry.

 

 

Bimbi “testoni” con maggior “cervello”

 

 

A quanto pare la testa grande corrisponde ad una maggiore capacità intellettiva. Uno studio accurato ha infatti dimostrato il legame esistente tra i geni e il quoziente di intelligenza in generale.

I ricercatori sono arrivati a collegare le dimensioni del capo di un neonato con i suoi risultati scolastici. I dati sono emersi dalla ricerca avviata su 100mila britannici. I campioni di urine, sangue e saliva custoditi in una biobanca di mezzo milione di persone tra i 37 e 73 anni, hanno mostrato che i bebè nati con la testa più grande hanno maggiori probabilità di laurearsi, ottenendo punteggi migliori ai test di ragionamento verbali e numerici. Sono 17 infatti i geni che influiscono sulle funzioni cerebrali, condizionando salute mentale e fisica di un individuo.

Gli studiosi confermano: ”Abbiamo osservato un’associazione significativa tra migliori punteggi nei test cognitivi, e volume intracranico, circonferenza della testa nei neonati e abilità cognitive nell’infanzia”.

Niente paura dunque per le mamme in apprensione col figlio dotato di una circonferenza cranica spropositata. Spesso un limite di giro cranico superiore al 97% può essere considerato sintomo di un idrocefalo, causando ritardo psicomotorio. Il caso non è frequente e il “testone” di turno potrebbe solo risultare più intelligente degli altri bambini.

A confermare i risultati arriva anche l’Adelaide University, che ha analizzato 13.800 bambini. I dati ottenuti e pubblicati in questo caso sulla rivista scientifica ‘Pediatric’, hanno mostrato che i neonati che avevano messo su il 40 per cento del loro peso alla nascita nelle prime quattro settimane, avevano un quoziente intellettivo più alto di 1,5 punti all’età di sei anni. Gli stessi neonati con quozienti intellettivi superiori, erano bambini dalla circonferenza cranica maggiore. Se nel primo mese di vita il bebè acquista più testa, sarà da grande un piccolo “genietto”!

 

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *