0

Niente vacanze? Cinque consigli su come trascorrere l’estate in città

0
0


Estate inoltrata, il caldo, l’afa, la voglia di fare il bagno nelle acque cristalline che circondano le nostra penisola o perché no in giro per il mondo. Ma non per tutti estate è sinonimo di vacanza, bagagli da preparare e porta chiusa in faccia allo stress cittadino. C’è chi una vacanza non può permettersela, chi non ha accumulato le ferie e chi è semplicemente costretto a rimanere a casa; i motivi cambiano ma il minimo comun denominatore è sempre lo stesso: la città. Trascorrere le ferie in città proprio durante la calura estiva è dura ma basta drizzare le antenne perché ci sono almeno cinque cose che si possono fare con il bel tempo senza allontanarsi dalle mura domestiche.

In cima alla lista, numero uno non fosse altro perché proprio la bella stagione è il momento migliore per fare i turisti nella propria città, c’è: musei aperti e visitabili senza dover sopportare file chilometriche e ore sotto al sole. Se si vuole trascorrere una giornata all’aria aperta l’ideale è sicuramente un pic nic con amici o famiglia, visto che i parchi sono liberi dagli ingombranti concittadini. Occhio però al calendario perché che siate in una metropoli (vedi Roma o Milano) o in un paesino di provincia questo è il periodo delle sagre, dei festival e delle feste folcloristiche: un buon modo per uscire di casa e conoscere le tradizioni dello stivale.

 

 

 

Benessere spirituale e fisico

 

 

Ma i consigli non finiscono qui. Pare che agli italiani piaccia leggere, soprattutto in estate, e allora anche se in città ogni scusa è buona per curare un po’ lo spirito e concedersi qualche lettura. Dopo un lungo anno di lavoro c’è bisogno di pensare anche al benessere fisico e, se fare i pendolari tra il mare e il proprio appartamento a volte può risultare più stressante che altro, in assenza della vacanza sarebbe allora il caso di concedersi trattamenti rilassanti in qualche Spa o qualche giornata in piscina: in questo modo potrete assicuravi anche una bella abbronzatura. Per il resto basta librare la fantasia: vedere l’alba in casa non sarà come aspettarla in spiaggia ma con lo skyline cittadino avrà pure il suo effetto. Con le strade libere dal caos è davvero tutto possibile.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *