Home Moda & Bellezza Nike lancia il “Pro hijab” per le atlete di fede musulmana

Nike lancia il “Pro hijab” per le atlete di fede musulmana

0
0


Nella nuova collezione la Nike ha presentato il primo hijab hi-tech per le atlete musulmane. Si tratta del primo prototipo prodotto da un grande marchio e permetterà sicuramente alla società di essere più competitiva in medio oriente.

Si chiama “Pro Hijab” ed è il nuovo velo islamico pensato per le atlete di fede musulmana. Il pro hijab della Nike è composto da un unico strato, realizzato con tessuto in poliestere elastico e traspirante; potrà essere regolato sulla testa con delle fasce elastiche e adattato alle diverse attività sportive.

Il colosso statunitense ha annunciato che il prodotto sarà immesso sul mercato dal prossimo anno in tre diversi colori, nero, grigio e ossidiana. Il design del Pro hijab è stato realizzato grazie all’aiuto di due atlete degli Emirati Arabi, la sollevatrice di pesi Amna Al Haddad e la skater Zahra Lari. In questo modo la Nike si garantisce la competitività sul mercato medio orientale: tutti i modelli di hijab fino ad ora in commercio, infatti, sono soprattutto produzioni di aziende di abbigliamento locali e nessuno di questi si avvicina per tecnologia e materiali utilizzati a quello sviluppato dalla Nike.

 

Le atlete che presentano l’hijab nella campagna pubblicitaria

 

 

Tra le prime ad annunciare il nuovo Pro hijab, l’atleta Zahra Lari che, sul suo account Instagram, ha commentato; “Non posso credere finalmente sia arrivato! Sono super eccitata di presentare la linea Pro Hijab Nike! Così orgogliosa di far parte di questa incredibile avventura”. Del resto la Nike ha pensato proprio a tutto: per presentare il nuovo prodotto, ha girato un video, diventato virale in poche ore, in cui sono le stesse atlete musulmane, impegnate nelle proprie specialità, ad annunciare la novità. Attraverso un comunicato la Nike fa sapere che “Il Nike Pro Hijab ha richiesto un anno di lavoro, ma l’idea alla base della sua realizzazione risale a molto prima, ovvero al principio fondativo di Nike, quello di servire gli atleti: “Se hai un corpo sei un atleta”. La realizzazione è partita dalla richiesta di alcune atlete musulmane, che ne avevano bisogno per poter migliorare le loro prestazioni”.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *