0

‘Notti Rosa’, il teatro racconta le donne e sostiene le vittime di violenza

0
0


Teatro e cultura a servizio delle donne. Nasce il progetto ‘Notti Rosa’, lanciato dall’Associazione FdV Fratelli di Versi, che ha scelto di sostenere il Telefono Rosa di Napoli, sposando la lotta alla violenza sulle donne.

 

Notti rosa, il teatro ha il volto di donna

 

Spettacoli al femminile per celebrare le donne e contrastare la violenza perpetrata ai loro danni. A teatro arrivano storie ed espressioni di artiste partenopee, per raccontare il mondo rosa sui territori del napoletano.

Sul palco prendono forma performace in musica e prosa, volte a far sorridere, riflettere e a commuovere il pubblico. Sogni e bisogni delle vittime di violenza maschile, diventano protagonisti di una serie di spettacoli itineranti, il cui ricavato sarà devoluto al sostegno della sede napoletana del Telefono Rosa.

In giro per i teatri campani le artiste coinvolte nel progetto, parleranno di violenza psicologica, fisica, sessuale, economica ed anche di stalking. Litemotiv della kermesse, lo slogan “Più forti insieme”, divenuto già grido di battaglia dell’associazione che ha creato questo progetto.

Le rassegne Notti Rosa arriveranno al Teatro Italia di Acerra, all’Alfieri di Marano e poi ancora al Teatro Roma di Portici e al Bolivar di Napoli. Il Teatro Italia di Acerra aprirà la manifestazione rosa il 10 novembre con i colori al femminile dell’artista Monica Sarnelli. La cantante partenopea, già avvezza a raccontare le donne, si cimenta in uno spettaccolo, ‘Napoli@colori’, dando al gentil sesso campano, un’espressione musicale verace e multiforme.

A collaborare all’iniziativa rosa, ci saranno tante artiste campane. Oltre Monica Sarnelli, saliranno sul palco a sostegno di altre donne, Marianna Capasso, Marianna Mercurio con Carmine Borrino, Maria Mazza e Lucio Pierri, Melania Pellino con Angelo Perrotta e Rosaria De Cicco in compagnia di Ernesto Lama.

L’inaugurazione della kermesse vede in Acerra, il territorio ideale per assemblare cultura e sociale. L’evento patrocinato dalle amministrazioni comunali è segno della collaborazione tra associazioni e istituzioni, sempre più coinvolte nel dire ‘No’ alla violenza sulle donne.

 

 

 

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *