0

Oscar 2017, chi sarà la vincitrice?

0
0


E’ la statuetta più ambita nel settore cinematografico mondiale. La notte degli Oscars fa parlare tutti: media e gente comune. Le candidate alla palma di “migliore attrice” sono Emma Stone, Natalie Portman, Meryl Streep, Isabelle Huppert e Ruth Negga, cinque nomi per cinque storie diverse raccontate sul grande schermo. A chi spetterà quest’anno la vittoria?

Oscar femminile 2017, le donne del cinema in nomination

 

 

Il 26 febbraio resteremo tutti col fiato sospeso per conoscere il nuovo volto femminile premio Oscar 2017. La favorita per nomination (ben 14), è Emma Stone, che col musical La La land di Damien Chazelle, ha fatto già incetta di premi tra coppa Volpi a Venezia, Golden Globe e Sag Award. Eppure, nonostante il clamore, le altre candidate in lista, potrebbero letteralmente “rovinarle la festa”.

E’ infatti atteso nelle sale italiane, il film in cui Natalie Portman (già Oscar nel 2011) interpreta, in Jackie di Pablo Larrain, la first lady più famosa d’America. La signora Kennedy si svela al mondo in questa pellicola, con tutta la forza che solo una donna può avere e che testimonia con le sue scelte.

Alla prima nomination approda invece sul red carpet Isabelle Huppert con Elle di Paul Verhoeven. Dopo 100 lungometraggi girati e il record di nomination al Cesar (ne ha guadagnate 16), l’attrice potrebbe finalmente arrivare a impugnare il suo primo Oscar.

Altra primizia di questo ambito riconoscimento è Ruth Negga che ha interpretato una vera storia d’amore interrazziale in Loving di Jeff Nichols. La 35enne potrebbe incantare tutti col suo personaggio di Mildred Loving, afroamericana che sfidò le leggi razziste in Virginia a fine anni ’50, sposando un uomo bianco.

Veterana degli Oscars è invece la grande Meryl Streep, che ha vinto ben tre statuette d’oro. Questa volta è candidata col film Florence di Stephen Frears. La sua interpretazione di un’appassionata della lirica e della musica, seppur non talentuosa, riporta sullo schermo la storia vera di una donna che ha superato i danni della malattia, inseguendo un sogno e una passione. Sulla magistralità della Streep c’è poco da dire; è indiscussa. Chissà se questa volta, la “vera arte” trionferà sui “falsi miti”!

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *