0

Pamplona: stupro di gruppo durante la corsa dei tori

0
0


Cinque persone arrestate per stupro. E’ accaduto a Pamplona, durante la celebre Fiesta degli encierros di San Firminio, patrono della città. La festa, che si tiene dal 6 al 14 luglio, vede ogni anno migliaia di persone e turisti intenti ad assistere ad una corsa di tori. Durante lo spettacolo una donna è stata quest’anno abusata.

 

 

Violenza sessuale a Pamplona: la storia

 

 

E’ la festa raccontata al mondo dallo scrittore Ernest Hemingway ed ogni anno, a luglio, attira gente da ogni parte del globo. Capita però spesso, che durante la manifestazione si verifichino episodi di violenza, a volte sessuale, causati dall’abuso di alcool e dall’accesso di entusiasmo e confusione. Non a caso quest’anno il comune di Pamplona ha lanciato una campagna anti-stupri, proclamando la Fiesta ‘esente’ da violenze sessuali.

Giovedì notte però, nonostante tutto, un ragazza ha denunciato di avere subìto violenza. L’abuso si è consumato in un androne del centro. Lo stupro è stato di gruppo. Cinque uomini identificati dalla Polizia sarebbero stati i responsabili: sono giovani e provengono da Siviglia. Uno dei cinque presunti stupratori sarebbe addirittura una Guardia Civile. Per i malfattori il giudice ha convalidato l’arresto.

Durante la manifestazione è stato segnalato un altro episodio “disordinato e pericoloso”: mentre si svolgeva la corsa dei tori un uomo è stato ferito per cornata all’addome e altre sette persone se la sono cavata con contusioni. Il corridore ferito dalla cornata è stato sollevato dal suolo ed ora è ricoverato nell’ospedale di Pamplona in condizioni stabili.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *