0

Paura di volare, come affrontarla

0
0


Donne e paura di volare. Ad ogni età l’ansia del vuoto può assalire una persona: capita prima, durante e dopo la tratta in volo. L’angoscia dello spostamento per le vie del cielo, è un fenomeno comunissimo, per questo due esperti, uno psicologo (Alberto Pellai) e un comandante di linea (Giuseppe Lapenta), hanno scritto a quattro mani un libro per aiutare a razionalizzare la paura del volo. Il titolo è ‘100 cose da sapere per volare sereni’.

 

 

Paura del volo: consigli utili

 

 

Per viaggiare in aereo sicure, bisogna anzitutto essere a conoscenza delle misure di sicurezza da adottare in volo. Il primo consiglio è di iniziare con percorsi non troppo lunghi: ci sono mete raggiungibili in un’ora e trenta, tempo accettabile per mettere alla prova la propria angoscia!

Quando voliamo, viviamo una situazione fuori dall’ordinario  e sentirsi un po’ ansiose è fisiologico; in tal caso è opportuno pensare al motivo per cui si è in viaggio, così da canalizzare le energie su un progetto, piuttosto che su una percezione negativa. Lavoro, vacanza, occasione per raggiungere il partner, un amico o un familiare da riabbracciare, sono tutti validi motivi che riporteranno concretamente energia. Il segreto è sempre vedere il bicchiere mezzo pieno!

Mai dimenticare inoltre che in aereo ci sono gli assistenti di volo, che in caso di bisogno possono aiutarci in un training respiratorio e psicologico. Non viaggiare soli è un altro segreto: il nostro compagno di viaggio potrà rassicurarci se è il caso in ogni momento.

Pevia autorizzazione del personale di bordo, si possono conoscere i piloti così da rassicurarsi su chi ci guiderà a destinazione. La distrazione in volo è sicuramente l’arma vincente contro la paura. Cruciverba , videogiochi, giornali, lasciano scorrere il tempo più velocemente, tenendo la mente occupata e lontana da pensieri nefasti. Ricordate poi che gli aerei prima di trasportarci a bordo, sono stati collaudati e provati fino ai loro limiti. Tutti i normali voli si svolgono perciò in un ambito certificato da Enti sovranazionali che garantiscono la sicurezza più elevata. A bordo degli aerei commerciali vi sono sempre almeno due piloti, anche per garantire il pilotaggio in caso di malore di uno dei due. Entrambi si controllano  vicendevolmente e sono continuamente sottoposti a controlli tecnici e medici, fino alla pensione. Cosa temere dunque? Viaggiare è bello, basta farlo con serenità!

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *