0

Premio nazionale per l’Innovazione alle startup rosa

0
0


Un plauso all’imprenditoria femminile che si mette in gioco inseguendo creatività e innovazione con professionalità. Ricerca e startup sono il nuovo binomio declinato in rosa. A stabilirlo è il Premio Nazionale per l’Innovazione che dedica la sua apertura della kermesse ad un talk promosso da FS Italiane, mirato a fotografare lo stato dell’arte in Italia tra luci e ombre, attraverso storie e dati.

Napoli, due giorni dedicati all’Impresa in rosa

Napoli ospita, dopo dieci anni, la quindicesima edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione, promosso dalla rete nazionale degli incubatori di impresa universitari PNICube, per far emergere i migliori progetti di impresa nati nelle università e nei centri di ricerca del nostro Paese.

Ad esprimersi in merito è un’altra donna, Carlotta Ventura, Direttore Comunicazione di FS Italiane: “Favorire la crescita dei talenti e la sviluppo della creatività è da sempre un obiettivo fondamentale, in piena sintonia con il suo ruolo storico nel panorama industriale e sociale. Un obiettivo oggi facilitato dall’ambiente digitale, che offre possibilità e scenari del tutto nuovi e assolutamente sfidanti. La partnership con PNICube, di cui siamo main sponsor per il Premio Nazionale dell’Innovazione, si inserisce a pieno nel percorso di digitalizzazione che il Gruppo FS Italiane sta portando avanti con convinzione, considerandolo una delle leve abilitanti dell’ambizioso Piano Industriale messo in campo per i prossimi 10 anni”.

Gli ultimi dati sulle aziende guidate da donne sembrano incoraggianti: in Italia sono oltre 1,3 milioni. Non è un caso che il Premio per l’Innovazione sia approdato a Napoli. Tra le regioni con più imprese gestite da donne, in termini assoluti, figura la Campania dopo Lombardia e Lazio. La regione più virtuosa da questo punto di vista appare il Molise, le cui aziende sono gestite, in un terzo dei casi, da donne, mentre in Basilicata e Abruzzo, l’imprenditoria femminile supera il 25%.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *