0

Il primo passo per voler bene a te stessa: perdonarti

0
0


Sei tu: quella che si sente (quasi) sempre fuori posto, che pensa ancora all’ex e non gli porta (troppo) rancore perché sei incapace di odiare… e perché ti addossi tutte le colpe…

Sei tu: quella che sostieni con sguardo fiero la vista dell’ex con la nuova ragazza, ma poi ci pensi tutta notte e il giorno dopo gli scrivi, “giusto per un saluto”…

Sei tu: quella che è innamorata persa del collega a lavoro, ma non riesci a dirgli più di un “Ciao, come va?” e ti sciogli ogni volta che il tuo sguardo incrocia il suo…

Sei tu: quella che ancora non sa come sarà la sua “prima volta”, e quando ci pensa prova paura e imbarazzo allo stesso tempo… ma desidera che arrivi “con quello giusto”…

Sei tu: quella che si guarda allo specchio di casa e si sente bella, ma poi in mezzo agli altri fa di tutto per nascondersi, dietro un paio di occhiali, una frangia troppo lunga o un trucco troppo marcato…

Sei tu: quella che si vede troppo magra/grassa, alta/bassa, loquace/silenziosa, bella/brutta, colta/banale… ricorda: gli altri vedono in noi pregi e difetti che nemmeno sappiamo di avere!

Sei tu: quella che, da quando ha iniziato a volersi più bene, a truccarsi e dedicare attenzione al look, ha scoperto di piacere anche ai maschi… e arrossisce quando riceve un complimento, domandandosi se se lo merita davvero…

Sei tu: quella che fatica a fidarsi degli altri, perché ha ricevuto troppe delusioni nella vita… ma, nonostante tutto, credi ancora nell’amore e nell’amicizia, e ti affezioni alle persone con tutto il tuo cuore…

Sei tu: quella che nonostante i tanti passi avanti, non si perdona gli errori commessi in passato…

 

Sei tu, con le tue insicurezze e debolezze, con le tue paure e i passi falsi, compiuti e (purtroppo) ancora da compiere… Impara a volerti bene! Tutti sbagliamo, continuamente: facciamo passi falsi, andiamo avanti e poi torniamo indietro. Ma, puoi scegliere di definirli “errori” o “esperienze”, “sopravvivenza” oppure VITA!

 

“Non ti trucchi e sei più bella… le mani stanche e sei più bella… con le ginocchia sotto il mento, fuori piove a dirotto, qualcosa dentro ti si è rotto… e sei più bella. Soprappensiero, tutto si ferma, ti vesti in fretta… e sei più bella.

E dentro hai una confusione, hai messo tutto in discussione, sorridi e non ti importa niente, niente.

Se un’emozione ti cambia anche il nome, tu dalle ragione, tu dalle ragione
Se anche il cuore richiede attenzione, tu fatti del bene, tu fatti bella per te, per te, per te

E sei più bella quando sei davvero tu…
E sei più bella quando non ci pensi più…”

 (Fatti bella per te, Paola Turci, Sanremo 2017)

Emanuela Zanardini Studia lettere in università e lavora con i bambini. Ama leggere e viaggiare per il mondo, anche se considera come "casa" sua l'Inghilterra, dove sogna di potersi trasferire in futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *