Prodotti beauty dannosi: la lista nera

0
0


I prodotti beauty sono preziosi alleati per la nostra autostima, peccato però che alcuni, alla lunga possono causare danni anche permanenti. La maggior parte di essi, prima di arrivare sul mercato viene controllata e deve rispettare appositi protocolli, per questo è bene ricordare di acquistare prodotti sicuri, sigillati e completi di apposita etichetta di ingredienti! Molti brand conosciuti utilizzano purtroppo siliconi, petrolati, alluminio e tanti altri ingredienti nocivi e dannosi perché essi sono facilmente reperibili e soprattutto, abbattono i costi di produzione e raddoppiano la resa del prodotto. Questa guida dei prodotti a cui fare attenzione non vuole creare allarmismo, ma è bene che tutte siano informate e consapevoli ogni qual volta si acquista un prodotto.

1) Il deodorante: Alcuni deodoranti, soprattutto quelli con un’alta azione antitraspirante, possono contenere fino al 20% di Sali d’alluminio, che è una sostanza nociva per il corpo. Nonostante non ci siano fonti ufficiali ( forse per non ledere interessi economici troppo grandi) l’alluminio contenuto nei deodoranti sembra essere un’ aggravante delle malattie neurodegenerative come l’Alzehimer. Verificato è invece il legame tra depilazione ascellare, deodorante e insorgenza dei tumori al seno, poiché dopo la ceretta, l’alluminio penetra maggiormente nella nostra pelle. Meno dannoso, ma comunque irritante è l’alcool, anche questo presente in moltissimi deodoranti. Uscire di casa senza deodorante è impensabile ( anche se sfortunatamente, non tutti la pensano così), ma fate attenzione a quale scegliete, preferite sempre quelli più delicati e non eccedete nell’applicazione.
2) Smalti, gel e lampade UV: anche lo smalto, ha la sua buona dose di sostanze pericolose, soprattutto se respirate. Utilizzatelo quindi sempre in un luogo ben areato. Inoltre, bisognerebbe evitare quegli smalti che contengono formaldeide e toulene. Entrambe possono causare sia reazioni allergiche che irritazioni alla pelle e alle mucose delle vie respiratorie. Quando rimuovete lo smalto inoltre, ricordate di farlo bene e subito dopo, lavate accuratamente le mani onde evitare di lasciare tracce di solvente o acetone sulle unghie e sulla pelle. Le lampade UV che vengono utilizzate per asciugare il gel per ricostruzione unghie possono causare tumori della pelle e sarebbe meglio quindi evitare o comunque limitare l’esposizione. In generale, per quanto riguarda il gel per la ricostruzione unghie, se la fate in casa non acquistate mai gel sottomarca o peggio ancora, nei negozi cinesi. Se vi recate invece da un’estetista assicuratevi che utilizzi buoni prodotti e attrezzature sterilizzate e pulite. Non effettuate inoltre, troppe ricostruzioni all’anno, poiché oltre a sensibilizzare maggiormente la pelle favoriscono la caduta delle unghie e l’insorgenza di micosi.

3) Creme: attenzione alle creme che contengono paraffina e siliconi. Alcune delle marche più conosciute utilizzano infatti entrambi questi ingredienti nella produzione delle loro creme mani, viso o corpo. Il silicone crea infatti una fittizia sensazione d’idratazione, mentre invece dopo poco tempo la pelle torna ad essere secca ed arida. Sia la paraffina che il silicone restano poi sulla pelle e sono una delle prime cause di impurità come brufoli e punti neri. Tra gli ingredienti dannosi figurano anche i petrolati, dichiarati cancerogeni di classe II, oltre che molto inquinanti e comedogeni.

4) Prodotti makeup: alcuni prodotti make up contengono nichel, che oltre ad essere un fattore allergico è anche molto dannoso per la pelle, il corpo e l’apparato respiratorio. Attenzione anche ai prodotti che contengono paraffina, parabeni, siliconi e cera liquida. Oltre ad essere tutti cancerogeni, causano reazioni allergiche, irritazioni, dermatiti e nei soggetti più sensibili, anche rash cutanei. Inoltre, ostruendo i pori della pelle, favoriscono la comparsa di impurità. È stato dimostrato poi che i parabeni hanno un’azione simile agli ormoni estrogeni, e potrebbero portare a scompensi ormonali. Molti rossetti e burrocacao contengono cera liquida e paraffina, che depositandosi sulle labbra vengono ingerite, seppur in piccole quantità. Inoltre, per quanto riguarda il burrocacao, la presenza di petrolato da solo una fittizia sensazione d’idratazione, mentre in realtà peggiora la secchezza delle labbra e favorisce l’abrasione e la comparsa di taglietti sulla mucosa delle labbra. Il mascara invece, viene a contatto con gli occhi, la parte più delicata del nostro viso. Durante l’applicazione siate sempre delicate, mai frettolose o troppo aggressive, perché rischiate di causare danni anche permanenti all’iride o alla cornea. Quante di voi “dividono” il mascara con sorelle, mamme o amiche? Tutte o quasi, vero? Non potrebbe esserci comportamento più sbagliato! Il mascara dev’essere strettamente personale, perché c’è il rischio di attaccarsi l’un l’altra batteri e infezioni. Tra l’altro, se avete nel cassetto o nel beauty un mascara aperto da più di sei mesi è ora di prenderlo e gettarlo dalla finestra.
5) Prodotti capelli: anche i prodotti per i capelli hanno la loro buona dose di sostanze dannose. Non utilizzate troppo gli shampoo che contengono sale, dimethicone e formaldeide. Oltre a causare secchezza della cute provocano prurito, irritazione e favoriscono l’insorgenza di malattie del cuoio capelluto come la dermatite e la forfora. Contengono grandi quantità di silicone anche i cristalli liquidi utilizzati per lo styling. Momentaneamente fanno apparire i capelli più lucidi e belli, ma in realtà il silicone disidrata e sfibra il capello, favorendo l’insorgenza delle doppie punte e soprattutto, nei soggetti più sensibili è stato dimostrato che favorisce anche la caduta dei capelli.

Martina Mattone Ha più di vent’anni, ma meno di trenta. Laureata in Lettere e specializzanda in filologia moderna è appassionata di moda e bellezza. Intollerante al lattosio e al genere umano (anche se a volte cade in tentazione e coglie il lato romantico delle cose). Crede fermamente nella vita e nel fatto che, come successo a Cenerentola, un paio di scarpe possano cambiartela.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *