Pulizia del viso: come farla in casa?

0
0


Per avere una bella pelle non basta l’aiuto di Madre Natura, ma occorre anche prendersene cura in maniera costante. Oltre alla normale detersione quotidiana, una volta al mese è raccomandata una pulizia del viso più accurata e profonda che sarebbe meglio eseguire in centri estetici validi. Quando però ciò non è possibile, potete benissimo eseguirla in casa.

 

Pulizia del viso “Step by step”

 

Innanzitutto, ricordate di non utilizzare prodotti scadenti o di dubbia provenienza e soprattutto per ottenere risultati migliori, di scegliere sempre quelli adatti al vostro tipo di pelle.

  • Detersione: se necessario, rimuovete ogni traccia di trucco e con un latte detergente insaponate e poi sciacquate il viso con acqua tiepida.
  • Scrub: oltre a rimuovere le cellule morte, restituisce luminosità e tono alla pelle. Se volete uno scrub a costo zero, potete prepararlo mescolando insieme un cucchiaino di miele, due di zucchero di canna ( o sale) e qualche goccia di limone. Inumidite la pelle e massaggiatelo con movimenti circolari per qualche minuto per poi risciacquare
  • Nel frattempo prendete una pentola, riempitela fino a metà di acqua e fatela bollire. Se volete, potete aggiungere un cucchiaio di bicarbonato o qualche goccia di olio essenziale di tea tree ( questo solo se la vostra pelle è particolarmente impura, altrimenti va benissimo solo l’acqua). Chinatevi sulla pentola e dopo aver coperto la testa con un asciugamano aspettate una decina di minuti per far sì che il vapore dilati bene i pori della pelle.
  • Pulizia: è la fase clou della pulizia, quella nella quale vanno rimossi i comedoni o punti neri. Se non ne avete molti e li avete solo concentrati sulla zona T potete provare i cerottini già pronti che si trovano in qualsiasi supermercato. Viceversa se i punti neri sono presenti un po’ su tutto il viso, rimuoveteli con l’aiuto di una velina e mai a mani nude. Non schiacciate mai i brufoletti e cercate di essere il più delicate possibile per evitare segni e rossori.
  • Disinfettare: per evitare che i batteri “migrino” su tutto il viso e la pelle si infetti, dopo aver terminato la spremitura passate un dischetto di cotone e un po’ di disinfettante. Subito dopo, passate un altro dischetto di cotone, stavolta imbevuto di tonico o acqua di rose per “chiudere” i pori.
  • Riequilibrio: il penultimo step sarà una maschera viso idratante per pelli secche o sensibili, astringente se invece avete una pelle mista o grassa. Come per lo scrub esistono delle maschere già pronte in commercio ( vendute anche in comode monodosi) ma se avete qualche minuto in più potete prepararla benissimo in casa utilizzando ingredienti che avete, come ad esempio yogurt e miele. Stendete la maschera evitando il contorno occhi e labbra e lasciatela agire per una decina di minuti.
  • Idratare: Dopo aver eliminato la maschera con una velina, rimuovete i residui con acqua tiepida e asciugate il viso. Infine, stendete abbondante crema idratante, massaggiandola su viso e collo.
Martina Mattone Ha più di vent’anni, ma meno di trenta. Laureata in Lettere e specializzanda in filologia moderna è appassionata di moda e bellezza. Intollerante al lattosio e al genere umano (anche se a volte cade in tentazione e coglie il lato romantico delle cose). Crede fermamente nella vita e nel fatto che, come successo a Cenerentola, un paio di scarpe possano cambiartela.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *