0

Quello che non vi dicono sui prodotti “Eco-bio”

0
0


Negli ultimi anni, in Italia, il settore biologico ha avuto una crescita enorme. Accanto al consumo di alimenti “verdi” c’è una notevole fetta di mercato  rappresentata dai prodotti per la cura della persona e dai prodotti make up, che si fanno sempre più largo nelle vendite. Ma quanto sappiamo sul bio? E soprattutto, è tutto rose e fiori come dicono, oppure anche loro hanno qualche contro?

 

Make up bio: pro e contro

 

Innanzitutto occorre fare una premessa tecnica: la definizione “biologico” viene utilizzata con molta libertà, poiché al momento non c’è un’unica legge che stabilisca dei tetti percentuali. Nonostante dal 2009 ci sia un regolamento europeo sui cosmetici, c’è ancora molta incertezza e tanta furbizia da parte delle aziende. Ad esempio, alcuni prodotti possono essere definiti biologici anche se “solo” il 70% della loro composizione è verde, con il risultato che la restante percentuale potrebbe contenere materiali ancora più dannosi di quelli contenuti in un prodotto tradizionale e non bio. Ad ogni modo, la certificazione viene sempre rilasciata dopo un controllo del prodotto da parte di organismi di controllo e per trovare prodotti che siano effettivamente al 95% biologici, bisogna scegliere quelli con l’etichetta USDA, che garantisce la certificazione.

Detto questo, passiamo ad analizzare quali sono i pro e i contro di questa categoria di prodotti.

Pro: gli ingredienti dei cosmetici sono minerali, materiali naturali e vitamine. Non vengono testati sugli animali e vengono prodotti con processi a basso impatto ambientale. Innumerevoli ricerche hanno stabilito quanto i prodotti bio siano meno dannosi sulla pelle rispetto a quelli tradizionali, che spesso contengono petrolati, nichel e paraffina. Alcuni degli ingredienti più utilizzati per la produzione del make up bio sono addirittura curativi per la pelle e sono ottimi per tutte le pelli sensibili o problematiche. Non contenendo sostanze dannose e dando invece più spazio alle vitamine, aiutano a contrastare l’invecchiamento della pelle e a mantenerla idratata e pulita.

Contro: primo grande contro dei prodotti bio è il costo. Difficilmente i prodotti biologici si trovano all’interno della fascia low cost. Per quanto riguarda la cura della persona è un po’ più semplice trovare in giro prodotti con ottimo rapporto qualità/prezzo, ma per il make up si spende ancora molto. Essendo un settore in espansione e ancora “di nicchia” non ha la stessa scelta dei prodotti tradizionali. Le colorazioni sono spesso limitate, soprattutto per quanto riguarda i fondotinta. Bisogna ammettere inoltre che la durata e la resa di un prodotto spesso è legata ad ingredienti dannosi come i siliconi. Il make up bio avendo al suo interno solo prodotti naturali non eccelle in quanto a resa e durata. Se non vi piace la copertura leggera sicuramente non apprezzerete il bio! In ultimo, ma non per importanza: la scadenza! Un prodotto bio, avendo al suo interno ingredienti facilmente deperibili e solo conservanti naturali dura la metà di un prodotto tradizionale.

In conclusione, non fatevi incantare troppo da pubblicità e tendenze varie. È vero, bisogna riconoscere che il make up eco-bio è una valida alternativa ai prodotti tradizionali, ma come dice un vecchio detto, non è tutto oro ciò che luccica!

Martina Mattone Ha più di vent’anni, ma meno di trenta. Laureata in Lettere e specializzanda in filologia moderna è appassionata di moda e bellezza. Intollerante al lattosio e al genere umano (anche se a volte cade in tentazione e coglie il lato romantico delle cose). Crede fermamente nella vita e nel fatto che, come successo a Cenerentola, un paio di scarpe possano cambiartela.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *