0

Regole per una sana alimentazione: e se fossero (falsi) miti?

0
0


Mangiare troppa carne, specie lavorata,fa male? Vietato saltare la colazione? E, ancora, quante uova è consigliabile mangiare in una settimana? Le “regole” per una corretta alimentazione sono spesso vaghe. E di fronte all’ennesimo recentissimo studio che puntalmente smentisce quello uscito solo qualche settimana prima, trovarsi a non sapere come organizzare la propria dieta è quanto mai comune. Quello che molti non sanno, però, come spiega il Guardian, è il peso che l’industria alimentare ha su parte almeno degli studi riguardanti diete e consigli per la salute. Tanto che, scrivono, “molti dei consigli di salute, sono in realtà consigli d’acquisto”.

 

Quando la sicurezza alimentare è questione di marketing

 

Tutti a colazione…Non esistono evidenze scientifiche sul fatto che il pasto mattutino aiuti a perdere peso o, in generale, faccia affrontare meglio la giornata. L’idea che la colazione sia il pasto più importante, cioè, a sentire il Guardian si deve per lo più ai produttori di cereali: “loro” sono gli studi sul calo dell’indice di massa corporea correlato a una colazione a base di cerali integrali e sulla riduzione del colesterolo grazie al consumo di porridge. Se vi state chiedendo, poi, perché la classica colazione americana non rinunci al bacon, chiedetelo al PR di un noto salumificio a stelle e strisce che negli anni ‘20 convinse i medici a consigliare un’“abbondante” colazione, salvo piazzare pubblicità di bacon acconto agli articoli in questione.

…col succo d’arancia! Una spremuta d’arancia è considerata da molti il modo migliore per iniziare la giornata. E pensare che responsabile dell’incremento del consumo di succo d’arancia fu un surplus di raccolto tra i produttori d’oltreoceano. Uno spremiagrumi economico che lasciasse intatte le qualità organolettiche e nutritive della frutta fece il resto.

Guai a dare caffè ai più piccoli! Si dice che la caffeina fermi la crescita. Eppure non ci sono chiare evidenze scientifiche a riguardo. Una nota marca di bevande decaffeinate, però, ne ha approfittato negli anni per diffondere l’idea che caffè e derivati creassero danni fisici sullo sviluppo dei più piccoli.

Otto bicchieri al giorno. Sarebbe la quantità giusta per coprire il fabbisogno giornaliero di acqua. Peccato che, a leggere il Guardian, i produttori di acqua in bottiglia abbiano sempre gonfiato gli studi in materia. Sarà un caso, per esempio, che il consumo di acqua in bottiglia sia centuplicato dagli anni ‘80 ad oggi?

Vuoi vederci meglio? Mangia carote. Le vostre mamme l’avranno usata come scusa per farvi mangiare un po’ di verdura: le carote fanno bene agli occhi. Vero? Difficile dirlo. Quello che è certo è che durante la Seconda Guerra Mondiale, un surplus di raccolto costrinse il governo inglese a una fortissima propaganda: il carotene contenuto nelle carote aiutava, si disse, la visione notturna. E chi non avrebbe voluto vederci meglio durante i blackout così comuni all’epoca?

Spinaci per essere forti come Braccio di Ferro! Questa volta non c’entrano (solo!) operazioni commerciali. Se almeno una volta vi siete sentiti dire che gli spinaci rendono forti o avete usato questa scusa per convincere i vostri bambini a mangiarli, dovreste sapere che è tutta colpa di Popey. Il prode marinaio che combatte le ingiustizie a suon di pugni, infatti, sembra riuscire nelle sue imprese solo grazie a una lattina di spinaci. Il falso mito è servito!

Virginia Dara Siciliana di nascita, milanese e ora un po' romana di adozione. Le piace pensare di essere i libri che ha letto, la musica che ha ascoltato, i posti in cui ha vissuto, le persone che ha incontrato. Blogger da sempre e da anni collaboratrice freelance presso diverse testate online. Crede profondamente nel potere curativo della scrittura (e spera di poterne anche vivere!).

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *