0

Relazioni Hi-tech, anche i baci passano tramite app

0
0


Aumentano le relazioni a distanza. Con l’impossibilità di realizzare un futuro nel proprio paese natio, i giovani fuggono in giro per lo stivale e per il mondo, lasciando a casa famiglia, ma anche amori. Come sopravvivere dunque ad un rapporto a distanza per molti mesi?

La tecnologia arriva in aiuto delle coppie ed elabora una serie di app che permettono di scambiare effusioni col partner, provando le stesse sensazioni di un contatto pelle a pelle. Nulla sembra impossibile: nel futuro sarà possibile baciarsi e accarezzarsi nonostante i km che ci dividono.

 

 

Baci e carezze hi-tech, il futuro degli amori a distanza

 

 

Si può vivere in due parti diverse del Globo, ma questo non frenerà i grandi amori. Si potranno provare sensazioni simili a quelle date da un bacio alla francese, usando delle app da pc e smartphone. Una realtà è già Kissinger, ideata nel 2016 da ricercatori inglesi. Con questa applicazione i due partner avvicinano in contemporanea le labbra a due protesi di silicone da collegare al pc in videochiamata, avvertendo  vibrazioni analoghe a quelle di un bacio dato a stampo.

Il Pillow Talk, invece, permette di sentire il battito del cuore del compagno durante giorno e notte, semplicemente inserendo nel cuscino un braccialetto collegato ad un piccolo dispositivo. Quando ci si accocolerà sul cuscino, sarà come adagiarsi sul petto del compagno o della compagna.

Perfino un ragazzo di origine italiana, Frederic Patrignani si è cimentato con la tecnologia per coppie. Frebble, ideata nei Paesi Bassi, ricrea il gesto di tenersi per mano, tipico dei fidanzatini. Il dispositivo dotato di sensori tattili, fa in modo che appena il partner stringa l’oggetto, l’altro simultaneamente riesca a percepire il tocco dell’amato/a. Questo ed altri prodotti per coppie, sono in vendita su Internet e per una cifra ragionevole, donano la possibilità di contatto agli innamorati costretti a vivere lontano, ma desiderosi di stabilire un contatto più intimo col partner.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *