0

Salvaguardia dell’ambiente e benessere naturale, dalle vacanze al cibo è tendenza al bio

0
0


Al supermercato si scelgono sempre di più bevande biologiche, frutta coltivata senza l’utilizzo di conservanti, si acquistano vestiti realizzati con tessuti organici e per le vacanze si preferiscono attività all’aria aperta e trattamenti di benessere. È la nuova tendenza verso il bio le cui parole d’ordine sono rispetto per l’ambiente e benessere naturale. Una tendenza arrivata dagli USA e che adesso attrae e tanto le donne italiane, quelle che più trainano il mercato sono infatti 7 su 10 (71%) le italiane che ammettono di preferire nelle proprie scelte quotidiane prodotti che rispecchino i valori della naturalità (75%), che siano biologici (72%) e che rispettino l’ambiente (70%). Nuova linfa anche per l’attività fisica (65%), il turismo (63%) e l’enogastronomia (59%) che vedono un vero e proprio boom di attività e proposte alla scoperta della natura e all’insegna del benessere, un mercato in costante crescita e che, secondo i dati di USA Today, è destinato ad un ampliamento del 12-15% nei prossimi tre anni. Un quadro, quello italiano, che emerge grazie ad uno studio condotto da Belté per il lancio di un nuovo prodotto bio, una ricerca condotta su 1600 italiane tra i 18 e i 65 anni. Dati che sono poi stati confermati anche dall’ISMEA, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, che ha poi rivelato dopo aver chiuso il 2014 con un incremento del +11%, gli acquisti di prodotti biologici hanno poi registrato un aumento del 20%.

 

 

Sono le donne il vero traino di questa nuova rivoluzione bio

 

 

In Italia, come nel resto del mondo, sono soprattutto le donne più degli uomini le vere porta bandiera di questa nuova rivoluzione bio. Tutto è dovuto al fatto che le donne hanno un rapporto diverso, diretto con il proprio corpo e per questo sono più attente a scegliere cibo sano, spesso biologico, imparano a curare la propria pelle disintossicandola dalle impurità, prendendosi cura del proprio fisico. Ma chi sono nel nostro paese le donne green? Si tratta soprattutto di professioniste (79%) e manager (74%) di età compresa tra i 30 e i 49 anni e che risiedono in città metropolitane. A voler creare un identikit di queste donne si deve sottolineare che si riscontrano differenze di approccio per età e area geografica; se, infatti, i valori del bio sono un forte interesse per 7 italiane su 10 e la maggior parte di queste ha un’età compresa tra i 30 e i 49 anni, la percentuale scende dal 71 al 70% nella fascia di età compresa tra i 18 e i 29 anni e ancora di più al 66% per le over 50. Per quanto riguarda l’area geografica è al centro-nord che questa nuova tendenza ha coinvolto maggiormente con picchi soprattutto nelle grandi città come Milano (78%), Roma (76%) e Torino (73%). Ma non finisce qui, anche la scelta dell’abbigliamento oggi è fortemente influenzata dai valori bio, ne è un esempio il progetto dell’attrice e produttrice televisiva americana Cortney Cox-Arquette, che ha lanciato la propria linea d’indumenti realizzati con filamenti organici.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *