0

Sanremo in vino, i cantanti abbinati ad un bicchiere di bianco o rosso

0
0


Sanremo ispira e così Viniamo.it trova l’escamotage giusto per abbinare a ciascun cantante un buon calice di vino. I 22 Big dell’edizione 2017 diventano pretesto per parlare di enogastonomia. Le personalità di Giusy Ferreri, Paola Turci, Fiorella Mannoia, Clementino, Marco Masini, Chiara Galiazzo e Michele Zarrillo si tramutano in vini selezionati per la gioia di utenti ed estimatori del settore.

 

 

Cantanti tutti da “bere”, Sanremo ispira i vini

 

 

Viniamo.it seleziona le bottiglie di vino nostrano, associando le caratteristiche di ognuno a ciascuno dei cantanti in gara a Sanremo. La startup di Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, elabora ben ventidue “duetti” eno-musicali che spaziano dal bianco, al rosato, fino ad arrivare al classico vino frizzante e con bollicine.

Clementino con il suo Ragazzi fuori si tramuta in un Aglianico dal sapore dirompente che come accade per i testi del rapper campano, attira chi ama i gusti genuini e corposi. L’enoteca digitale di Viniamo.it invita così a sorseggiare un buon bicchiere di vino mentre si guardano in tv le puntate sanremesi.

Al Bano, non solo cantante, ma anche noto produttore di vino diventa un rosato imponente su ispirazione della sua canzone Di rose e di spine, così come la collega Paola Turci, versatile come il vino ed anch’ella associata un rosato dei nuraghi.

Fiorella Mannoia, la rossa della canzone italiana non a caso diventa un rosso intenso; Fabrizio Moro, classico romanaccio, è un prosecco sangiovese, mentre Giusy Ferreri, interprete esplosiva, non può che essere paragonata ad un etna rosso.

Giulia Luzi con il suo brano Togliamoci la voglia, invita a sorseggiare uno Champagne ricco di bollicine e Ron cantando L’ottava meraviglia, diventa un Rosso Assai di qualità e puro nella sua consistenza.

Sanremo si presenta come un inno alla vita e al Made in Italy. La carrellata di vini-cantanti non finisce qui, ma invita ad ogni canzone, ad aprire una buona bottiglia per omaggiare note ed esperienze del cuore.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *