0

Se lei non pensa ai soldi nella scelta del partner (ma lui sì!)

0
0


Quante volte hanno insinuato che una lei che sta con un lui facoltoso lo fa solo per i soldi? Finalmente un doppio studio dell’Università di Hong Kong pubblicato su Frontiers in Psychology sembra smentirlo.

Secondo quanto scoperto dagli studiosi, infatti, nelle strategie di accoppiamento delle donne il reddito del partner avrebbe un ruolo relativamente limitato: ricche o povere che siano, le donne guardano prima di tutto alla possibilità di stabilire relazioni stabili e a lungo termine, ben consapevoli che una rottura o una separazione avrebbe un costo riproduttivo molto elevato –come a dire che, in barba a qualsiasi forma di emancipazione, nella donna sarebbe ancora ben vivo un istinto primordiale alla conservazione della specie.

Diverso invece l’approccio degli uomini che, secondo gli studiosi di Hong Kong, si farebbero condizionare di più, anche nei rapporti di coppia, dal denaro. Gli uomini più facoltosi attribuirebbero, infatti, maggiore importanza all’avvenenza della partner, mirerebbero a standard fisici più alti e sarebbero più inclini a flirt, avventure, relazioni di una notte.

 

Un lui ricco? Sta più attento all’aspetto fisico ed è incline alle storie brevi

 

Per giungere a simili conclusioni i ricercatori hanno condotto due diversi esperimenti su alcuni studenti di un college cinese impegnati in relazioni a lungo termine. Alle coppie è stato chiesto di immaginare il loro futuro insieme nell’ipotesi che fossero più ricchi o più poveri di quanto non fossero al momento dell’esperimento. Quello che ne è venuto fuori è che gli uomini che si immaginavano più ricchi erano meno soddisfatti dell’aspetto fisico della partner attuale e più interessati a relazioni fugaci rispetto a quelli che si immaginavano più poveri. Lo stesso non è successo, invece, per le donne che, anche quando si immaginavano più facoltose, non avevano pretese più alte sul fascino dei compagni. Nella seconda parte dello studio è stato chiesto, poi, ai partecipanti di interagire con una persona attraente del sesso opposto: prevedibilmente, a trovarlo più facile sono stati i partecipanti che si erano immaginati più ricchi. In generale, però, erano più gli uomini che le donne a cercare di sedersi più vicino a chi aveva un aspetto più avvenente.

Si sa ancora molto poco sul peso psicologico del denaro nello sviluppo delle relazioni sentimentali -hanno spiegato i responsabili dello studio- anche se i risultati confermano l’ipotesi di psicologia evolutiva secondo cui gli individui adottano strategie di accoppiamento in risposta a condizioni ambientali come il possesso di denaro”. Certo, al momento lo studio è stato applicato solo a una cultura specifica, ma simili meccanismi psicologici potrebbero giocare un ruolo importante nell’accoppiamento umano in generale.

Virginia Dara Siciliana di nascita, milanese e ora un po' romana di adozione. Le piace pensare di essere i libri che ha letto, la musica che ha ascoltato, i posti in cui ha vissuto, le persone che ha incontrato. Blogger da sempre e da anni collaboratrice freelance presso diverse testate online. Crede profondamente nel potere curativo della scrittura (e spera di poterne anche vivere!).

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *