0

Serena Autieri al Teatro Italia di Acerra fa rivivere Lady D

0
0


Ci ha abituati a grandi performace. Grazie alla sua sensibilità Serena Autieri porta in scena spettacoli a misura di donna che fanno conoscere al grande pubblico figure e sensibilità femminili. Dopo ‘La Sciantosa’ la bionda partenopea ci riporta alla memoria Diana, principessa del Galles, con lo spettacolo ‘Diana & Lady D’, in scena il oggi al Teatro Italia di Acerra. Serena darà voce alle due anime di uno stessa donna, la vera Diana Spencer e il suo ruolo pubblico.

 

 

Diana & Lady D, un dialogo per voce sola

 

 

Serena Autieri illumina le due anime di una delle più grandi icone planetarie del nostro tempo. In una prosa appassionante, tra una canzone e un monologo, offre un ritratto della figura pubblica e privata di Diana, donna fragile, ma determinata. L’anima della Autieri riesce bene a calarsi quanto a fisicità e vis interpretativa nella principessa triste e nella maestrina d’asilo che sognava il grande amore, poi caduta nella bulimia, negli scandali, ma al contempo mamma dolce e donna dalla grande umanità.

In scena rivivono così l’infanzia difficile, la stagione felice dell’adolescenza, la vita controversa con Carlo, le maestose cerimonie reali, le raggianti apparizioni nella moda e nella mondanità, il volontariato spettacolare, i discutibili amanti, la solitudine, e affiorano in un flusso di coscienza intenso e poetico.

Il sipario si apre sull’ultima notte della vita della principessa. Diana sta per lasciare l’hotel Ritz e raggiungere Dodi per fuggire l’ennesimo presidio dei fotografi. Un ultimo colpo di cipria allo specchio ed ecco manifestarsi l’altra parte di sè che prima di dire addio a questo mondo, la mette davvero a nudo tra colpe e tenerezza. In uno spettacolo concepito come inno all’amore e alle donne, Diana diventa colei che incarna spiritualità e forza femminile, elementi condivisi in sintonia dalla bravissima Serena Autieri.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *