0

Spazioinvenzione Designers: il “temporary shop d’arte” nel cuore di Chiaia

0
0


Un ambiente fisico, nel quale ammirare oggetti “handmade” e creatività di ogni genere; ma, anche, un luogo ‘mentale’ in cui perdersi, tra una chiacchiera, un simposio culturale, una sfilata o un concerto. E’ così che si delinea “Spazioninvenzione Designers”, immerso nel ‘salotto buono’ di Napoli (via Vannella Gaetani, 8) e che raccoglie in sé tutte le mille sfumature dell’arte. Entrare è un po’ come superare una linea sottile, che separa ciò che c’è fuori – ossia prodotti realizzati in serie e senza identità – dall’interno, fatto di opere contemporanee appese alle pareti, di gioielli incastonati in vetrine minimal chic e di oggetti realizzati dalle mani sapienti di artigiani che hanno molto da raccontare.

E se è vero che ogni posto ha un’anima da cui trae forza ed ispirazione, di sicuro in questo caso la ‘mente’ che ha dato vita alla novità è Maria Rosaria Petirro, che di Spazioinvenzione è anche la proprietaria. Arredatrice d’interni, donna eclettica e membro di EnterprisinGirls, l’associazione che raccoglie il meglio dell’imprenditoria femminile nazionale, Maria Rosaria accoglie i clienti come fossero amici e, quando parla, non racconta solo di un mondo che conosce molto bene: spiega e lascia trasparire l’amore che nutre per la sua “creatura”, alla quale dedica tutto il suo tempo e le sue energie.

 

Spazioninvenzione raccoglie in sé espressioni artistiche differenti, ne vogliamo parlare?

 

E’ un’associazione culturale che promuove l’arte, l’artigianato, il design, la musica, il teatro e la cultura. In questo ambiente diamo la possibilità agli artigiani di fittare un corner, per un minimo di 4 mesi, promuovendo in questo modo i loro prodotti. Io mi occupo della vendita diretta, così non hanno neanche bisogno di essere sempre fisicamente presenti. Possiamo dire che si tratta di un ‘temporary shop d’arte’, un’assoluta novità nel panorama commerciale di Chiaia.

 

 

Dicevamo che è anche un’associazione culturale. Allora, come funziona?

 

Abbiamo, prima di tutto, una serie di laboratori. Tra questi, quello teatrale diretto dal regista ed attore Sergio Savastano. Poi, diversi workshop: uno è quello dedicato alla manualità, con corsi di cucito e di self-packaging; un altro è sull’ origami, la tecnica giapponese per piegare la carta; un altro ancora è “Avvinando”, un avvicinamento al vino presentato da un sommelier per chi conoscere di più sull’argomento. Altro discorso sono le serate dedicate alla cultura: ogni mese ospitiamo un artista e, per l’occasione, organizziamo una cena-spettacolo. Infine, ci sono le presentazioni di libri, in particolare saggi.

 

Come si concilia tutto questo con la sua prima attività, ossia quello dell’arredatrice d’interni?

 

Si concilia perché in Spazioinvenzione ho creato anche la consulenza d’arredo. Una consulenza particolare, se vogliamo possiamo definirla ‘easy’, perché abbiamo la possibilità di andare a modificare anche un solo ambiente della casa, con una piccola spesa ed utilizzando oggetti belli e particolari o, magari, anche recuperando quello che già c’è. Gli interessati si rivolgono a me portando una planimetria dell’appartamento e poi, in una fase successiva, sono io ad effettuare un sopralluogo diretto con la mia squadra di operai per rendermi conto di cosa possiamo fare. Insomma, un servizio completo, in uno spazio decisamente poliedrico.

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *