0

‘StarS’: a Lampedusa una mostra sottomarina dedicata ai migranti

0
0


Storie di uomini e donne immigrati raccontate in una Mostra sottomarina a Lampedusa. Una galleria fotografica mostrerà mercoledì 13 luglio a Cala Croce sorrisi e speranze di gente che si mette in cammino per trovare una nuova occasione di vita.

 

 

Mostra sottomarina a Lampedusa: scatti per ricordare ed imparare

 

 

Dal 13 luglio al 3 ottobre l’isola di Lampedusa omaggia i migranti. L’iniziativa creata dal fotografo Salvo Galano e dalla regista Veronica Mengoli, fondatori dell’Associazione Culturale Sudest, prevede la durata della mostra evento fino alla data della Giornata della Memoria per le vittime dell’immigrazione (3 ottobre, anniversario della tragedia di Lampedusa avvenuta nel 2013 in cui persero la vita 368 migranti). Successivamente l’esposizione passerà dalle acque al centro di Lampedusa.

Protagonisti degli scatti, 12 migranti che recano alla mostra il titolo ‘StarS’ perchè i 12 volti saranno disposti circolarmente a formare le stelle dell’Unione Europea. Le gigantografie traslucide, stampate su lastre rigide, saranno installate sott’acqua sul fondale sabbioso di Cala Croce, nel versante sudorientale dell’isola. Correnti e raggi solari con le loro inclinazioni modificheranno di volta in volta l’effetto visivo delle immagini che di sera saranno illuminate da luci subacquee.

Salvo Galano rivela l’intento della sua opera: ” Il mio scopo  è quello di permettere a tutti di osservare attentamente e in silenzio, attraverso un elemento primordiale come l’acqua del mare, gli occhi di queste persone, cercando di dar voce a coloro che troppo spesso non vengono trattati come esseri umani ma come numeri. Volevo così trasferire nel mare di Lampedusa la dignità che ho trovato negli sguardi degli abitanti di quei Paesi lontani. L’intento è riuscire a cambiare l’immagine, ormai stereotipata dall’espressione “emergenza immigrazione”, che associa le persone in fuga da guerre, soprusi e povertà sempre più a numeri e sempre meno alla condizione di esseri umani”.

La Mostra sarà preceduta dalla proiezione di un film – documentario prodotto da Rai, Rai Cinema, Rai Com e Cannizzo Produzioni, con le storie dei migranti ritratti e le testimonianze degli operatori coinvolti nel percorso di accoglienza e integrazione, dalla Croce Rossa a Emergency, dall’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati alla Fondazione Progetto Arca. La colonna sonora della pellicola è composta da uno dei volti ritratti in StarS, Alaa, un musicista siriano che appare con il suo violino sulla spalla.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *