0

Start Up al femminile: il concorso Eurointerim premia il business “rosa”

0
0


Al via la sesta edizione del Premio nazionale Donna e Lavoro Startup, organizzato da Eurointerim Spa Agenzia per il Lavoro, che mira a sostenere i migliori progetti di imprese al femminile e le più innovative idee di business, supportando i giovani imprenditori / imprenditrici e le loro idee.

Il contest per nuove imprese femminili è aperto a tutti coloro che, senza limiti di età, intendano realizzare un progetto di impresa ed è rivolto a ogni tipo di Startup a tema Donna e Lavoro. Possono partecipare anche imprese già costituite. Eurointerim sosterrà l’idea vincente con un premio in denaro di 2.000€ e varie agevolazioni. Secondo e terzo posto riceveranno, rispettivamente, 1.500 e 1000€.

Sarà possibile candidarsi al concorso fino al 30 Settembre 2016.

 

I progetti saranno valutati da una giuria di esperti, che giudicherà sulla base dei seguenti parametri:

– innovatività e originalità del progetto;

– realizzabilità tecnica;

– sostenibilità economica e finanziaria dell’iniziativa;

– tempi di sviluppo previsti per la realizzazione;

– mercato di riferimento e concorrenza.

 

La domanda di partecipazione al contest per start up dovrà essere inoltrata esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica: concorso@eurointerim.it

La documentazione dovrà contenere, tra l’altro:

– dati anagrafici del capogruppo o del legale rappresentante e di altri componenti coinvolti;

– sintesi del progetto;

– business plan.

Tutti i dettagli sono specificati nel BANDO di selezione.

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *