0

Tangenziale pedonale: inaugurata in Italia, è sostenibile e piace ai bambini

0
0


Immaginate una tangenziale senza macchine. Impossibile, vero? Invece, no. Esiste ed è stata inaugurata appena una settimana fa in provincia di Cremona, a Casalmaggiore, per la precisione. La tangenziale sfrutta l’argine maestro del fiume Po: un chilometro pieno, sostenuto da una rete “metropolitana” pedonale a cielo aperto, con tanto di indicazioni stradali, svincoli, monumenti, servizi e attività commerciali. Inutile dire che questa nuova tangenziale servirà soprattutto ai bambini (e ai genitori) per andare e venire dalla scuola senza preoccuparsi del traffico e in tutta sicurezza. Ma sarà un valido supporto anche per le scuole stesse, che avranno modo di muoversi dal plesso scolastico fino al cuore della città verso la Biblioteca, i Musei, il Teatro, a piedi o in bicicletta. Servirà al commercio con le attività facilmente individuabili e raggiungibili – naturalmente a piedi – senza particolare sforzo.

 

Metropolitana Pedonale: l’impegno di una città per il benessere dei propri figli

Inaugurata all’interno dell’evento “La città dei bambini”, l’infrastruttura, la prima del genere in Italia, ha ricevuto il pieno appoggio della quasi totalità dei commercianti della città (105 sono riuniti nella Rete Negozi Amici e riconoscibili dalla vetrofania) e l’impegno di un gruppo di privati cittadini attenti alle iniziative legate alla mobilità sostenibile e alla sicurezza. “Una città più sicura per i bambini è una città più sicura per tutti”, è il motto con cui hanno lavorato per oltre un anno il comitato Slow Town con l’ausilio di Matteo Dondé, responsabile scientifico del progetto, ed i commercianti.

 

Per quel che riguarda il commercio l’idea è stata quella del Centro Commerciale Naturale: Il MetroBottega, così si chiama, non è altro che una cartina con l’indicazione delle principali vie del centro storico raggruppate in dieci linee di colori diversi. Questa Metropolitana Pedonale a cielo aperto servirà ai cittadini per trovare facilmente i servizi a loro necessari ed alle Botteghe di prossimità di farsi conoscere anche da chi non abita a Casalmaggiore e che, passando in città, vuole fermarsi e fare acquisti. Insomma, mobilità sostenibile da un lato e rigenerazione urbana dall’altro. E se anche nelle altre città si facesse lo stesso? Fantascienza?

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *