tuffo-di-tania-cagnotto
Tania-Cagnotto-tuffi-foto-raisport-facebook-800x532
l43-tania-cagnotto-120804214756_big
l43-olimpiade-120710125736_big
l43-cagnotto-121024194436_big
cagnotto_medaglia5
Britain European Aquatics Championships
0

Tania Cagnotto: compleanno con medaglia d’oro

0
0


Compie oggi 31 anni ed ha molto da festeggiare. Tania Cagnotto brinda a un nuovo anno di vita e all’ennesimo traguardo personale che inorgoglisce l’Italia. L’atleta nostrana conquista un’altra medaglia d’oro tuffandosi da fuoriclasse.

 

Tania Cagnotto: la sindrome da medaglia d’oro

 

Candeline ed oro vanno di pari passi per Tania Cagnotto. L’atleta si lancia dal trampolino olimpico, spiccando il volo da tre metri d’altezza e vince la seconda medaglia d’oro con un punteggio che va oltre le aspettative. L’azzurra, dopo aver trionfato all’ultimo tuffo la finale nel trampolino da un metro, già dal terzo salto ha sbaragliato la concorrenza, conquistando la seconda doppietta continentale dopo Rostock 2015 e Torino 2009.

Tania ama vincere ad ogni gara, a dimostrazione delle 28 medaglie fino ad ora collezionate e a dispetto delle aspettative iniziali l’atleta dichiara dopo l’ultima impresa: “Adesso posso dire di non esser arrivata qui non in piena forma, ma sono riuscita a saltare con continuità  e serenità, ottenendo il massimo. Non è stata una gara perfetta ma sono molto felice di aver conquistato il secondo oro della rassegna. Gli anni volano, ma sono pronta ad affrontare Rio. Questo punteggio (360,60) mi trasmette serenità  e determinazione perchè posso ottenere di più”.

Disputando una gara quasi perfetta a Londra, la tuffatrice ha mostrato una varietà atletica che rasenta la perfezione, ottenendo molti 9 ed addirittura 9,5 che le hanno garantito il 12/o titolo individuale continentale, divenuto il 19/o in totale. La giovane di Bolzano è la prima donna italiana ad aver ottenuto una medaglia d’oro mondiale nei tuffi e risulta la tuffatrice europea con il maggior numero di podi in carriera. La trentunenne non a caso è considerata la più grande tuffatrice italiana degli ultimi anni, che dopo l’Olimpiade, come da lei stessa ammesso, si ritirerà per dedicarsi alla nuova vita di sposa e di mamma.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *