0

Teatro in casa e “bibliocabine”, è boom del baratto culturale

0
0


La sharing economy conquista le piattaforme, tanto da essere aumentata del 35,5%. Ciò che colpisce è che nel 2015 è stato registrato un boom di iniziative culturali, condivise non solo attraverso lo scambio di libri, ma anche tramite siti come TeatroXcasa o MovieDay, su cui persone che si conoscono tra loro, si scambiano consigli, opinioni e battute riguardo eventi culturali.

 

Sharing culturale: sulle piattaforme web, il salto di qualità

 

Vuoi trasformare il tuo salotto in palcoscenico teatrale? Ci pensa TeatroXcasa, piattaforma che mette in contatto attori di teatro con persone disposte ad ospitare il pubblico in casa, garantendogli uno spettacolo culturale. Condividere l’arte nelle case permette agli artisti stessi anche di invitare gente nei propri appartamenti, per esporre le proprie opere, gratuitamente o ad un piccolo costo. Allestire una mostra in un appartamento personale, organizzare un workshop tra le mura domestiche, è la nuova idea per diffondere cultura.

Anche al cinema, iscrivendosi al sito MovieDay, si assiste a proiezioni con una soglia minima di partecipanti che varia di volta in volta, prenotandosi sulla piattaforma e ricevendo il biglietto online. Se poi si vogliono scoprire quali sono gli eventi più vicini a casa propria, basta scaricare l’app Arsity, che attraverso la geolocalizzazione permette a ognuno di individuare gli appuntamenti culturali più vicini a sé.

Il book crossing, resta un outsider nello scambio di battute e idee artistiche. Dalle bibliocabine (ex cabine telefoniche) ai taxi, gli spazi adibiti allo scambio di libri in Italia, assicurano formule sempre più creative per divulgare cultura.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *