tumblr_mnkibb9jTb1r66mb9o1_500
doc157
fd50a0c1954b1fa5805095701711c73a
f0089299_9581170
Suzanne-Lenglen
Lea-pericoli-GettyImages-32419671
tennis-sara-errani-newsday
GettyImages-529651456
Flavia-Pennetta-4
1406204845-francesca-schiavone
The Championships - Wimbledon 2012: Day Seven
IndiaTv6439ea_serena_williams
20040830-serena-bo_1644815i
Serena-Williams-US-Open-Outfit-2014-img22180_668
0

Tennis: cambio look per le atlete di ieri e di oggi

0
0


Tennis e atlete in rosa. In occasione degli Internazionali di tennis 2016, in corso a Roma, non ci si può esimere dal passare in rassegna l’evoluzione dei costumi delle donne impegnate nei secoli in questa disciplina. Se a fine Ottocento le signore sportive indossavano cappello, gonna lunga e sottogonna, alternati a bustini, sciarpe e cardigan bianchi, portati sotto giacche strette al punto vita, per mettere in risalto la figura femminile, oggi il vestiario da tennista è diventato davvero minimal.

 

Tenniste di ieri e di oggi: cosa è cambiato

 

Agli Internazionali BNL d’Italia che recano la firma romana, i tifosi hanno potuto ammirare lo stile delle italiane, Sara Errani e Francesca Schiavone, vestite con abiti di vario colore in luogo del total white, caratterizzati da shorts, gonnelline con coulotte integrate, abitini plissettati, magliette aderenti, ma anche solo top con ombelico in bella mostra. I tessuti sono naturalmente leggeri, tecnici e traspiranti, capaci di bloccare il sudore.

Ieri come oggi però, le tenniste cercano di mostrarsi in campo decisamente originali, personalizzando il proprio look. Linee grafiche ed accostamenti di colori pastello valorizzano la figura femminile con praticità. Se in passato le ragazze del tennis erano coperte di tutto punto, oggi la comodità la fa da padrone, lasciando gambe e braccia ben in mostra e libere di muoversi.

Negli anni 20, la francese Suzanne Lenglen indossò per prima abiti più corti e più leggeri, finchè sulla scena del tennis non arrivò l’italiana Lea Pericoli, ad oggi 81enne, indossando in campo abiti con pizzi, tulli e ricami, disegnati dal grande sarto inglese Ted Tinling, che realizzò per lei il pigiama di pizzo, le piume di struzzo, il gonnellino con il bordo di visone ed addirittura un gonnellino con decine di diamanti cuciti sopra o con il gigantesco nodo di Chanel, oggi esposti nel Victoria Albert Museum di Londra.

Ad oggi le tenniste sono più sfacciate in tutto, ma la regina del look più stravagante resta la numero uno Serena Williams, energica anche negli outfit scelti per il gioco.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *