0

Test di gravidanza di ieri e di oggi, la storia

0
0


Dopo la pillola anticoncezionale è uno degli strumenti più conosciuti dalle donne che vogliono affrontare o evitare una gravidanza nella loro vita. Il test di gravidanza, da anni ha una elevata attendibilità e grazie alla facilità di utilizzo diventa un vero e proprio alleato per il gentil sesso. In commercio ne esistono tanti tipi e per ogni esigenza, ma nei tempi addietro i metodi per capire se si aspettava un figlio erano del tutto bizzarri, ma naturali.

 

 

Test di gravidanza tra storia e tradizione

 

 

Se si pensa di poter essere in dolce attesa e lo si vuole testare, la risposta breve e casalinga arriva con il classico test di gravidanza. Per quanto non per forza l’attendibilità sia effettiva, dati i piccoli margini di errore che possono subentrare, basta recarsi in farmacia ed acquistare un test di questa tipologia.

Oltre al classico ed ineluttabile esame sanguigno che assicura la presenza o meno di una gravidanza, comunemente chiamato HCG, affidabile al 100%, esiste il test urinario, capace di dare altrettante informazioni su una possibile dolce attesa. Attendibile al 99%, deve essere fatto di mattina appena alzate.

Un’alternativa è data anche dal test salivare, poco diffuso in Italia. La sua sicurezza si aggira intorno al 98%. Ma, attenzione, attenzione, le donne di una certa età sostengono che senza ricorrere a grandi spese si può capire se si è in stato interessante o meno. Le nonne di una volta infatti, eseguivano un test di olio e urina. Mescolavano delle gocce di urina con due di olio: se i due elementi si univano, la gravidanza era in atto. Certo la sua affidabilità non è testata, ma le più curiose potrebbero provare a sperimentare.

Nell’Antico Egitto invece, le donne urinavano su dei chicchi di grano e orzo per alcuni giorni: se il grano germogliava, la donna avrebbe avuto una femmina, se invece a germogliare era l’orzo, si attendeva un figlio maschio.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *