0

Un fiore per Sanremo, in prima serata protagonista la violenza sulle donne

0
0


Quattro cambi d’abito ed un esordio con tanto di fiore in mano, ricorda la battaglia condotta da Michelle Hunziker a Sanremo 2018. La showgirl, che incanta tutti con la sua scioltezza, non perde occasione per rivolgere un pensiero al gentil sesso e al rispetto dello stesso, tanto da indurre ciascun artista a commentare l’iniziativa per tenere accesi i riflettori sull’argomento.

E’ questa la sfida della paladina dell’Associazione ‘Doppia Difesa’ e dell’attuale prima donna del Festival della canzone italiana.

 

 

Hunziker, oltre le canzoni, il sociale tinto di rosa

 

 

Tante emoticon sui social commentano la presenza di Michelle nella città ligure protagonista del gossip in questa settimana. Il più comune tra tutti? Un fiore! Non è un caso che sia questo il tratto distintivo del Festival dedicato alle donne, e che tutti sul palco,  indistintamente,  lo portino all’occhiello.

Capita di conseguenza che una longeva Ornella Vanoni  a fine esibizione, ribadisca: “Questo messaggio dovrebbe essere ricordato maggiormente dagli uomini. Noi sappiamo già quanto sia importante lottare contro la violenza“. Le fa eco Red Canzian quando dice: “Noi uomini dovremmo imparare ad amare tutte le donne, al di là della sola mamma a cui siamo legati”.

A Sanremo anche le canzoni parlano del popolo rosa. Nina Zilli in un testo bellissimo ‘Senza appartenere’, intona: “Donna sei di tutti, e tu non l’hai capito, donna non di tutti non è mai cambiato…calda come il sole”. La femminilità viene così invitata ad autotutelarsi e rispettarsi e Sanremo risulta più “cool” ed emozionante.

In sala stampa durante le varie conferenze la bionda svizzera ha distribuito ranuncoli donandoli a tutti i presenti ed evidenziando il suo fiore, perché giornalisti e media diffondessero il messaggio rendendolo virale. Michelle è vincente e sul Festival scende come l’aurora!

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *