0

“V COME”: a Salerno va in scena la violenza di genere

0
0


V come violenza. Ma anche V come vittoria. È la vittoria delle donne che decidono di uscire dal silenzio e di affrontare a testa alta la battaglia per l’affermazione della propria dignità. Un percorso di riscatto difficile e coraggioso lungo il quale queste donne non possono essere lasciate sole.

È da questa premessa che nasce “V COME”, il convegno spettacolo promosso dall’AICS – Associazione Italiana Cultura Sport all’Università degli Studi di Salerno. L’appuntamento è giovedì 19 Novembre, a partire dalle ore 9.30 per tutta la giornata, al Teatro d’Ateneo.

L’evento, che gode del Patrocinio morale della Provincia di Salerno, è stato organizzato in collaborazione e con il supporto di numerose realtà del mondo universitario e del terzo settore e mira a stimolare una approfondita riflessione sul tema della violenza di genere, declinandolo da più prospettive e angolazioni. Importanti sono le collaborazioni con l’Ass. Oltre il Teatro; l’Ass. Albero della Vita; Rete dei giovani per Salerno; Coordinamento di Libera a Salerno; l’associazione studentesca universitaria Sintesi; l’OGEPO (Osservatorio per le pari Opportunità), l’Osservatorio delle Politiche Giovanili e l’Osservatorio delle Politiche Sociali dell’Università degli Studi di Salerno.

Assolutamente innovativa l’impostazione, che tiene insieme al mattino la parte convegnistica e quella dedicata alle performance artistiche (musica e teatro); al pomeriggio, un tavolo di lavoro e di confronto tra gli ospiti e i soggetti partner. L’obiettivo è, da un lato, quello di rendere l’iniziativa un’esperienza coinvolgente e dinamica; dall’altro, di uscire da essa con una proposta di lavoro che, mettendo in rete le esperienze già presenti sul territorio, possa produrre effetti pratici e indicare soluzioni concrete.

 

PROGRAMMA:

Ore 9.30 Registrazione partecipanti e ingresso.

Saluti: Aurelio Tommasetti – Magnifico Rettore Università degli Studi di Salerno, Giuseppe Canfora – Presidente Provincia Salerno, Alfredo Anzalone – Questore Polizia di Stato di Salerno, Domenico Sorrentino – Pres. Com. Prov. AICS Salerno.

Introduce: Clotilde Grisolia – Comitato Prov. AICS Salerno.

Modera: Riccardo Christian Falcone – Libera, Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie.

Interventi: Giovanna Truda – Docente di sociologia generale e del diritto UNISA, Grazia Moffa – docente di sociologia del lavoro UNISA, Flavio Monteleone – Consigliere della Corte d’Appello di Roma, Vera Cuzzocrea – psicoterapeuta del gruppo di “giustizia riparativa” di PsicoIus. Fabiana Montella – Didatta I.P. R. (Ist. Psicoterapia Relazionale) e Giudice OnorarioTribunale per i minori Napoli.

Testimonianze: Patrizia Spagnoli – Criminologa, Sandra Vitolo – Psicoterapeuta, Casa di reclusione di Rebibbia, Carla Maresca e Fabio Sorà – Ass. Violenze Sommerse

Contributi degli studenti degli Istituti Superiori presenti: ITC “G. Fortunato” – Angri, IPSSEOR “Ten. M. Pittoni” – Pagani, IIS “Della Corte Vanivitelli” – Cava de’ Tirreni, Liceo Artistico “Sabatini Menna” – Salerno.

Monologhi teatrali a cura di: Maxs Taddeini, Giovanni Arcuri, Salvo Buccafusca, Mimmo Miceli Compagnia Stabile Assai, Casa di Reclusione di Rebibbia. Eseguiranno 3 pezzi musicali sul tema: Roberto Turco (chitarra e voce), Barbara Santoni (voce) e Gian Franco Santucci (tamorra e voce).

Conclusioni: Antonio Turco -Resp. Naz. Sett. Politiche Sociali AICS; On. Bruno Molea – Pres. Direz. Naz. AICS.

Ore 15.00 apertura Tavolo tecnico: Coordinatore, Maurizio Marcassa – Resp. Naz. Politiche Terzo Settore AICS; Maria Rosaria Pelizzari – Delegata del Rettore per le Pari Opportunità; Anna Garofalo – Referente Coordinamento provinciale di LIBERA a Salerno; Alessandro Papaccio – Pres. AICS Campania. Le associazioni: Albero della Vita; A Voce Alta – Salerno;  Violenze Sommerse; Frida contro la violenza di genere; Com. Prov. AICS Salerno; Rete dei giovani per Salerno; Sintesi, C.R.I Salerno, Oltre il Teatro.

Il pubblico sarà accompagnato da opere dell’artista Daniela De Simone – DADA, in un percorso di emozioni, suggestioni e messaggi di riflessione sulla violenza.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *