0

Vaccino antinfluenzale con cerotto, addio tecnica tradizionale

0
0


Addio alla punturina da vaccino antifluenzale. Un cerotto sostituisce la metodologia tradizionale di somministrazione. Efficiente come l’iniezione, il nuovo cerotto-vaccino è stato testato per la prima volta sull’uomo, grazie alla tecnologia sviluppata dalla Emory University, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Lancet.

 

 

Cerotto antifluenza, in cosa consiste

 

 

C’era una volta il vaccino in puntura! Un cerotto con cento microaghi che rilasciano il vaccino nel sangue e si dissolvono in 20 minuti sarà il sostituto della classica iniezione. Già amato da chi l’ha testato, rappresenta l’evoluzione pratica della metodologia tradizionale in voga da anni. I ricercatori gridano alla innovazione in campo medico!

A differenza del vaccino tradizionale il cerotto può essere stoccato a temperatura ambiente. La sperimentazione è stata provata su 100 volontari non vaccinati preventivamente, di età compresa tra 18 e 49 anni, dividisi in quattro gruppi. Ad un primo gruppo è stato somministrato il vaccino tradizionale, ad un secondo un cerotto contenente un placebo e agli altri due il cerotto con il vaccino, in un caso applicato da un medico e nell’altro applicato dai soggetti stessi. Il rodaggio di 180 giorni ha consentito di valutare i risultati del test in termini di anticorpi e di effetti collaterali.

Il gruppo vaccinato con cerotto ha riportato problemi minimi, quali prurito o rossore nel punto di applicazione, guariti però in pochi giorni. La risposta anticorpale è risultata identica tra il risultato del tradizionale vaccino e quello del cerotto, preferito a detta dei componenti del gruppo di studio, nel 70% dei casi. Il cerotto è facile da somministrare. Può essere applicato dagli stessi pazienti tranquillamente, in un risparmio di tempo. Ulteriori test valuteranno in seguito la sperimantazione su larga scala, prima della sostituzione effettiva con l’iniezione.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *