0

#WeStandTogether: la solidarietà delle musulmane a Londra

0
0


Una catena umana di solidarietà a Londra, per la precisione a Westmister, lungo il ponte che una settimana fa è stato teatro di un attentato terroristico che ha tolto la vita a quattro persone. Lunedì le donne musulmane della capitale britannica hanno voluto dare vita ad una manifestazione di solidarietà verso tutte le vittime dell’attentato, ricordando che il vero Islam ripudia la violenza.

 

Un chiaro messaggio contro ogni forma di terrorismo

 

Come ogni periodo post attentati c’è paura e xenofobia verso i musulmani, anche per questo le donne hanno deciso di restare lì in piedi per cinque minuti, creando una catena umana sul ponte di Westmister e indossando qualcosa di blu, simbolo di speranza, come a voler sfidare il terrorismo e ancor prima la paura: “Un attacco contro Londra è un attacco contro tutti noi. L’Islam condanna totalmente la violenza, quanto accaduto ci ripugna”, ha dichiarato alla stampa presente alla manifestazione Sarah Waseem, una delle donne manifestanti.

L’idea di questo incontro è nata spontaneamente, dalle tante donne musulmane residenti a Londra, come modo per condannare ogni forma di terrorismo; con loro, ai piedi del Parlamento inglese, c’erano anche ragazze e bambine. Non tutte indossavano il velo perché non tutte erano musulmane. Un modo, questo, di dimostrare che non si incolpano i musulmani in quanto tali. “Come musulmana credo sia importante essere qui per i principi che stanno a cuore a tutte noi, di pluralità e diversità – ha commentato un’altra delle presenti -. Questa è la mia città. È un piccolo gesto, ma la vita è fatta di piccoli gesti”.

Le immagini della catena umana sono circolate sui social con l’hashtag #WeStandTogether (“Noi ci alziamo insieme”, ndr) lanciato proprio da chi ha dato il via alla manifestazione. Partecipazione anche da parte di Women’s March London, sezione londinese dell’imponente movimento nato negli Stati Uniti.

attentato londra

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *