0

Zampone e Cotechino vegan per un Capodanno etico

0
0


Iniziare l’anno con l’auspicio migliore: quello di non far del male a nessuno, neppure agli animali. Questo è l’intento delle ricette vegan che vengono proposte anche per le feste e, in particolare, per il Capodanno che vede spesso in tavola zampone o cotechino.

Sono tanti i vegetariani ed i vegani che si vedono proposte delle alternative spesso scadenti alla carne, ma oggi è davvero facilissimo preparare anche in casa moltissime ricette che saranno in grado sia di sosddisfare il palato, sia di essere considerate ad impatto zero.

Al posto dello zampone o del cotechino vengono proposte ricette che, se preparate il giorno precedente, non solo non porteranno via molto tempo, ma renderanno le feste piacevoli per tutti. Questi due piatti simbolo del Capodanno italiano possono essere realizzati utilizzando il seitan (si trovano preparati istantanei in moltissimi negozi di alimenti biologici), i legumi (soprattutto le lenticchie) e altre verdure in grado di insaporire adeguatamente il tutto.

Per la cottura, e per evitare che la ricetta si dissolva, possono essere utilizzate delle soluzioni alternative al budello, come un canovaccio di fibre naturali in modo che il finto cotechino rimanga della forma prestabilita.

La cottura sarà leggermente più lunga rispetto a quella di un salume (circa un’ora), ma la resa, per voi e per gli ospiti, sarà ugualmente gustosa e, certamente, sorprendente per molti.

 

Un esempio di ricetta (per quattro persone):

 

  • 80 grammi di preparato per realizzare il seitan;
  • 80 grammi di lenticchie cotte;
  • 50 grammi di tofu;
  • Due cucchiai da tavola di concentrato di pomodoro;
  • Due cucchiai di olio;
  • Un mix di spezie per arrosti;
  • Mezzo bicchiere d’acqua;
  • Brodo vegetale q.b.;
  • Salsa di soia;

 

Come prima cosa si farà bollire il brodo, al quale sarà possibile aggiungere anche della salsa di soia. Successivamente, si frulleranno le lenticchie insieme al concentrato di pomodoro e all’olio. Poi, al composto si aggiungeranno il preparato per il seitan e il tofu sbriciolato, del sale e le spezie. Mescolando si aggiungerà l’acqua in modo da avere un impasto omogeneo. Se necessario si potrà aggiungere ancora dell’acqua.

 

Il composto andrà, poi, messo in un canovaccio bianco, leggero, di fibre naturali e si creerà la forma tipica del cotechino, chiudendo le estremità. Si farà cuocere nel brodo per circa un’ora. A fine cottura si passerà sotto l’acqua fredda e, solo successivamente, potrà essere rimosso dal canovaccio.

 

Si servirà tagliandolo a fette e accompagnato, se gli ospiti gradiscono, da lenticchie o altro contorno.

 

 

Stefania D'Ammicco Giornalista, scrittrice ed insegnante di yoga. Ama gli animali, canta in una rock band e cerca di imparare e scoprire cose nuove ogni giorno, sempre col sorriso sulle labbra.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *