Settori ad alta tecnologia: uso di sensori e trasduttori

Un trasduttore è un elemento in grado di rilevare un segnale in entrata di un certo tipo e di trasmetterlo in uscita modificato. Il sensore invece è uno strumento singolo o facente parte di un sistema, in grado di rilevare una determinata grandezza. Entrambi acquisiscono una grandezza fisica in ingresso e la esprimono elettrica in uscita. Il valore espresso è in funzione della grandezza in ingresso.

I settori industriali che operano tramite alta tecnologia, hanno bisogno di essere aggiornati e di lavorare con il meglio che la ricerca può offrire per avere competitività e garantire uno standard qualitativo elevato. La capacità di studiare e sviluppare soluzioni sempre più performanti, garantisce il miglioramento costante e l’ ottimizzazione dei processi produttivi.
Per diventare un punto di riferimento degli operatori che svolgono attività nei settori tecnologicamente avanzati, è necessario avere disponibilità, capacità di trovare soluzioni mirate e grande flessibilità.

I settori che usufruiscono in modo particolare di queste competenze si trovano nel campo elettronico, nell’ industria alimentare, elettromeccanica, navale, ferroviaria, avionica, nell’ automazione e nella geologia.

Sono sicuramente campi molto diversi fra loro ma che hanno in comune l’ uso di sensori, trasduttori e sistemi di misura di grandezze fisiche. Esistono aziende sul mercato che offrono servizi di questo genere ma trovare serietà e competenza non è cosa semplice.

Per mantenere un livello elevato di offerta è necessario collaborare e sviluppare progetti con i produttori di sensori e trasduttori come è possibile vedere nel sito www.dspmindustria.it; l’ obiettivo per chi propone componenti così ricercati e sofisticati non può che essere l’ alta qualità. Le certificazioni sono un punto fondamentale per determinare l’ affidabilità di un’ azienda e quelle che meglio garantiscono un elevato livello sono le normative internazionali UNI EN ISO.

Avere un personale altamente qualificato all’ interno delle aziende è un elemento di primaria importanza. Investire nella formazione del personale attraverso percorsi dedicati o direttamente sul campo è indispensabile quando si opera in settori così delicati e che richiedono competenze specifiche.

I trasduttori o sensori compongono sempre il primo blocco della catena di acquisizione digitale per rilevare le variabili fisiche da controllare. Successivamente i segnali elettrici vengono amplificati e condizionati prima di essere convertiti in forma digitale. Vi sono diversi tipi di trasduttori che sono in grado di misurare temperature, gas, luminosità, umidità, campi magnetici, posizione.

I trasduttori vengono classificati in trasduttori primari e secondari. I primi, convertono la grandezza fisica in una grandezza elettrica, mentre i secondi trasformano la grandezza fisica in ingresso in un’ altra grandezza fisica. Vi sono poi trasduttori attivi (generano un segnale in corrente ) e trasduttori passivi (in uscita producono una variazione di un parametro elettrico come resistenza o capacità.

Si possono classificare anche in base al tipo di segnale prodotto; se producono un segnale di uscita che segue le variazioni della variabile in ingresso, sono detti trasduttori analogici. Diversamente se forniscono un valore in uscita il valore della variabile tramite codice binario, sono chiamati trasduttori digitali.

Per determinare le caratteristiche statistiche di un trasduttore si utilizza lo studio della transcaratteristica dove è possibile dimostrare la relazione fra la variabile di ingresso e quella in uscita.

Dopo aver analizzato tutti gli aspetti che compongono questa complessa ma affascinante materia ed aver visto i campi di applicazione e le differenze che caratterizzano il prodotto, possiamo concludere dicendo che sia il sensore che il trasduttore sono dispositivi fisici utilizzati per misurare grandezze fisiche (calore, temperatura, spostamento etc.), che sarebbero difficili da misurare.

La complessità dei processi e la delicatezza dei sistemi richiede grande professionalità ed esperienza nel settore e continua ricerca. Sempre più settori sfruttano l’ applicazione di questi sistemi che permettono di portare il livello tecnologico utilizzato ad altissimi livelli.